MENÙ DIGITALE

FINO A VENERDI’ 3 LUGLIO, UN PERCORSO NEL MONDO DEL GIN

Cinque assaggi con frutta essiccata a soli 16€, racconto incluso.

 

Nato nei laboratori botanici della Scuola Medica Salernitana, come “conservatore della virtù curativa” di molte piante (le “botaniche”): il fine non era ottenere una bevanda ludica, ma trasmettere le proprietà mediche del ginepro, per fare una medicina che fosse facilmente trasportabile e usabile durante tutto l’anno.

 

La formulazione del gin è stata modificata poi nei Paesi Bassi verso la metà del Seicento ad opera di un medico dell’Università di Leida, Francisco Della Boe, meglio noto come Franciscus Sylvius, il cui intento era quello di trovare un rimedio per curare i soldati olandesi che si ammalavano di febbre nelle Indie orientali.

 

Dall’Olanda il gin si diffuse sempre più in Inghilterra la quale raggiunse l’apice della produzione allorché Guglielmo III di Orange nel 1690 vietò l’importazione di distillati stranieri, primo fra tutti il cognac degli acerrimi nemici francesi, favorendo così l’utilizzo delle eccedenze di cereali per la produzione di alcool da destinare alle distillerie di gin. La produzione divenne così importante che addirittura si arrivò ad utilizzare tale bevanda come parte del salario da destinare agli operai; le conseguenze furono gravi ed importanti soprattutto dal punto di vista sociale per l’aumento del tasso di alcolismo nella popolazione più povera con notevoli ripercussioni di ordine pubblico e di sicurezza. Il governo inglese tentò di porvi rimedio con il Gin Acts ma senza successo.

 

Le bacche di ginepro danno al distillato un tipico profumo e sapore facilmente riconoscibile.

Dietro questa antica e profumata bevanda, che accompagneremo in un ciclo di assaggio in cinque tappe, in cui ognuna racconta un’avventura.

GIASS MILANO

Giass in dialetto milanese significa “ghiaccio”, e un gruppo di amici nati all’ombra della Madonnina hanno deciso di utilizzare questo termine per raccontare la loro passione per il gin.

Nasce così il primo London Dry Gin 100% milanese a partire dalla serigrafia sul vetro, ispirata alle geometrie della Galleria Vittorio Emanuele e quel logo richiama il drago verde della vedovella, la tipica fontanella meneghina. Un prodotto che, al suo debutto nel 2017, ha vinto la medaglia d’argento alla San Francisco Wines and Spirits Competition.

Andrea Simonpietro e il fratello nel 2015 lavoravano nel gruppo Aliante, holding specializzata in investimenti nel settore alimentare. Nell’ambito di un progetto, avevano assunto Richard D’Annunzio come barman. Questo incontro è stato decisivo. Richard sperimentava e creava infusi per personalizzare i cocktail. Questa sua attitudine ci ha presto rapito, e abbiamo iniziato a pensare e a concretizzare il progetto coinvolgendo anche gli amici Francesco Niutta, banchiere, e Francesco Braggiotti, consulente direzionale.

Giass Gin nasce da un’esperienza autentica tra amici: le occasioni, i luoghi, le persone, le modalità, l’operosità e l’entusiasmo sono tutti veri e milanesi doc. La linfa che li hanno spinti sin dal primo giorno è molto patriottica: l’amore per una città che li hanno allevati e un progetto che vuole trovare sfogo “internamente”, entrando nel sangue e nelle abitudini dei milanesi, ed esplodere “esternamente”, facendo conoscere a tutto il mondo cosa Milano sta diventando.

Il loro entusiasmo li ha spinto a comprare un alambicco da tre litri su Amazon per fare delle prove e rendere i nostri aperitivi più interessanti. Dopo sei mesi si sono ritrovati con una super ricetta in mano.

DOLCE VITA DRY GIN


Dolce Vita dry Gin è un Gin Mediterraneo ottenuto dalla distillazione di botaniche esclusivamente italiane. Distillato dalla famiglia Targa, Dolce vita nasce dall’unione di passione per l’arte della distillazione e devozione al proprio paese.

I profumi di spezie e agrumi sono ottenuti dalla distillazione discontinua in alambicchi sottovuoto che permettono di estrarre essenze e aromi a temperature inferiori evitando il surriscaldamento delle piante e una loro estrazione eccessivamente invasiva. La distillazione separata permette di sfruttare al massimo le proprietà di ogni singola spezia e il suo rendimento. I tempi e le temperature di estrazione dipendono infatti dal tipo di elemento che si intende distillare. Ad esempio le radici (es: liquirizia, zenzero …) richiedono un tempo e una gradazione maggiore rispetto alla distillazione di fiori e agrumi.

 

Coerentemente con le sue origini, il gin “DOLCE VITA” vanta botanici raccolti esclusivamente in Italia. Citandone alcuni: il ginepro proviene direttamente dalla Toscana (zona di Vallombrosa), il coriandolo dal Lazio, le scorze di arancio dolce, arancio amaro, limone, mandarino, lime e pompelmo rosa sono originarie della Sicilia, il bergamotto e il cedro arrivano dalla Calabria e le zagare di limone e arancio dalla Campania.

 

PORTOBELLO ROAD GIN 171

Un classico London Gin, con le essenze di Bacche di Ginepro, Buccia di Limone, Buccia d’Arancia, Corteccia di Cassia, Noce Moscata, Radice di Angelica, Radice di Giaggiolo, Radice di Liquirizia, Semi di Coriandolo, Liquorice Root, Angelica Root, Lemon Peel, Iris Root, Coriander Seeds, Juniper Berries, Orange Peel.

Gusto

Al naso sono preponderanti i profumi di pepe bianco e bacche con abbondanza di ginepro.

Il gusto è speziato ma ben bilanciato, di nuovo con una sana dose di ginepro. Accenni morbidi di citronella con un pizzico di bacche rosse. Un gin comunque secco sul palato, con tenui sentori di agrumi.

Produzione

Portobello Road è un classico London Dry distillato con nove botaniche in un alambicco da 30l di nome Copernico II nella famosa distilleria al n. 171 di Portobello Road, a Londra. La ricetta ha richiesto nove mesi di sperimentazioni ed è stata perfezionata con l’aiuto di Tom Thumb e Charles Maxwell.

Curiosità

Portobello Road è stato inventato dal Barman del Portobello Star, un bar di Londra che si trova al n. 171 della famosa Portobello Road. La distilleria al suo interno ha un piccolo museo e ospita il Ginstitute, dove è possibile partecipare a master class sul gin e produrre il proprio distillato personalizzato. Da poco la distilleria si è ampliata annettendo un bar più grande, un ristorante  e un hotel. Ogni anno la distilleria rilascia edizioni limitate speciali tra le quali quella con asparagi lanciata nel 2015 e quella progettata con lo chef Carlo Cracco lanciata nel 2016 di nome “Local Heroes 2”.

LONDON DRY GIN N. 3

Il n°3 London Dry Gin è stato creato dalla nota azienda londinese Berry Bros & Rudd e distillato in Olanda. Il nome si riferisce all’indirizzo n.3 di St. James’s Street, residenza dell’azienda produttrice Berry Bros e Rudd per oltre tre secoli. Sin dal 1760 la nota azienda londinese ha ufficialmente fornito la cantina della Casa Reale britannica di vini e liquori ed è stata tra l’altro proprietaria dello storico bar nell’illustre Royal Albert Hall di Londra.

Questo Gin in pieno stile London Dry, preparato e distillato secondo la più pura tradizione è venduto in ben 25 Paesi in tutto il mondo (tutta Europa, USA e sta conoscendo una forte espansione anche in America latina) ed è stato oggetto di numerosi e prestigiosi premi internazionali, tra cui il Top 10 Best Selling Gin Brand, Top 10 Most Trending Brand, medaglie d’oro e trophy all’International Spirits Challenge.

Il n°3 London Dry Gin, coerente e raffinato, rappresenta un mix perfetto di frutti e spezie che lo compongono. Tra i frutti troviamo il ginepro italiano che conferisce il gusto tipico, le arance spagnole che donano vivacità e freschezza e il pompelmo che aggiunge una fragranza e un inconfondibile sapore agrumato, il tutto distillato secondo tradizione dando vita ad una base su cui posano tutti gli elementi della tavolozza aromatica e gustativa. Tra gli aromi sono presenti la radice di angelica che attribuisce al Gin un carattere secco, il cardamomo e il coriandolo che aggiunge una nota speziata. Perfetto nella preparazione di cocktail come il Negroni, Gin Tonic o Dry Martini.

 

OXLEY

Le classiche botaniche, insieme ad alcune più anomale come vaniglia, anice e olmaria, vengono poste nell’alambicco insieme all’alcool e lasciate macerare per 15 ore. Al posto dei soliti metodi di distillazione con il calore, Oxley gin è prodotto tramite una distillazione fredda a temperature sotto zero, che permette ai sapori delle botaniche di legarsi strettamente alla base alcolica; il risultato è un gin leggermente speziato, dove al naso spiccano lavanda, mandorla, marshmallow e limone, con note di ginepro evidenti ma non dominanti.

 

Vi aspetto al Mercatile Nove a Barivecchia. Per prenotare un tavolo +39 389 114 9529

 

Mimmo De Tullio

Barman e Titolare

LASCIA IL TUO LIKE ALLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK
troverai informazioni su tutte le nostre bontà e sarai informato prima di tutti degli eventi e delle promozioni!